Home page

/
20Dic2016

IL RACCONTO DELLA GIORNATA. di Luca Sassone

  • By Staff
  • 1 Tag
  • 0 Comments

Juventus capolista più che mai: questo è il verdetto emesso dalla diciassettesima giornata di Serie A. I bianconeri, infatti, si sono imposti sulla Roma grazie ad una rete del solito Gonzalo Higuain, portandosi a sette lunghezze di vantaggio proprio sui giallorossi, secondi in classifica. Ha prevalso, in particolare, la maggiore determinazione dei ragazzi di Allegri (Mandzukic rappresenta l’emblema di tale spirito combattivo), unita indubbiamente ad una preparazione tattica ai limiti della perfezione. Ad approfittare dello scontro diretto dello Juventus Stadium, è il Napoli, trascinato da un Mertens a dir poco sugli scudi: poker per affondare il Torino, a cui si aggiunge una rete di Chiriches. Il belga sta attraversando un periodo di forma esaltante: otto goal tra tutte le competizioni nell’ultima settimana; un rendimento importante, che permette anche di concedersi qualche disattenzione di troppo: 5-3 infatti il risultato finale, a causa di alcuni errori difensivi evitabili. Tra i granata, a segno ancora Belotti, che raggiunge Icardi e Dzeko in testa alla classifica marcatori. Rallentano la propria corsa Milan e Atalanta, protagoniste dell’incontro a San Siro conclusosi 0-0. Per la squadra di Montella, paradossalmente si registra un miglioramento della qualità del gioco ma un lieve calo di rendimento. La Lazio, con l’ottima vittoria per 3-1 sulla Fiorentina, sale al quarto posto, facilitando anche il compito dell’Inter: i nerazzurri scavalcano i viola con la vittoria ai danni del Sassuolo, grazie ad una rete di Candreva, e si rilanciano un minimo in classifica.
Il filotto delle prime della classe, impegnate quasi tutte in scontri diretti, viene chiuso da due tra le squadre più in forma del momento. Il riferimento va a Chievo ed Udinese. Per i veneti, un’altra buona prestazione nella vittoria casalinga contro la Sampdoria; i bianconeri di Udine, dal canto loro, hanno regolato la pratica Crotone grazie all’ottimo stato di forma di Thereau. L’obiettivo stagionale della salvezza è pressoché una certezza. In quest’ottica, infatti, la lotta è attualmente riconducibile a Palermo, Pescara, Crotone ed Empoli. I rosanero sono i protagonisti assoluti delle retrovie in questa giornata considerato il rocambolesco 3-4 a Marassi contro il Genoa. Vince anche l’Empoli, 2-0 su un Cagliari sempre più in caduta libera. Il Pescara subisce ben tre reti dal Bologna.

In chiusura del programma della diciannovesima giornata, il Verona si riprende la vetta della classifica, battendo l’Entella con una rete di Pisano. Il rendimento altalenante che sta caratterizzando la maggior parte delle squadre che concorrono per i playoff, rende il campionato estremamente incerto ma molto interessante. A tal proposito, è da segnalare la pesante sconfitta della Spal in trasferta contro la Pro Vercelli per 3-1: i ferraresi venivano da un esaltante periodo di forma, ed una sconfitta del genere era pressoché impronosticabile. Vincono invece Frosinone (che mette ancora di più nei guai il Trapani), Cittadella, Carpi e Perugia; solo 0-0 per il Benevento in casa contro un avversario alla portata come l’Ascoli, mentre il Perugia esce sconfitto dalla sfida contro lo Spezia, mina vagante della competizione.
Importantissima vittoria esterna per il Vicenza, che si è imposto per 1-2 in trasferta sulla Ternana in quello che assumeva già le sembianze di uno scontro salvezza. Pareggiano Latina e Brescia, mentre il Novara vince e convince con un netto 3-1 sul Cesena.

Capitolo Foggia: mister Stroppa sembra aver ridefinito completamente le coordinate del suo gruppo, dopo un paio di giornate accompagnate anche da contestazioni. L’ultima vittoria convincente per 3-1 contro il Cosenza spedisce i pugliesi al terzo posto in classifica, a sole due lunghezze dal primato condiviso da Lecce e Matera. E’ confortante per il tecnico trovarsi così vicino ai primi due posti della classifica, considerate i risultati dell’ultima fase. A segno, in partita, Loiacono, Sarno e Sicurella.

Chiudiamo la rassegna con un cenno a Pro Piacenza e Reggiana. Per quanto riguarda la squadra di Fulvio Pea, nota figura nel mondo degli allenatori, la situazione non è molto tranquilla: 18 punti in classifica, in piena lotta salvezza e con una vittoria che manca da molto tempo. Gli emiliani invece vengono dal derby perso contro il Parma, ma lo stato di forma è diametralmente opposto: terzo posto in campionato a due punti dal Venezia. Da segnalare, poi, la presenza di un interessantissimo giovane: si tratta del secondo portiere Davide Narduzzo, classe ’94, indicato come uno dei talenti più brillanti tra i pali.

CATEGORIES Uncategorized

COMMENTS